TIK TOK, la nuova frontiera del Social adv

22/01/2020

Chi ha detto che gli annunci sponsorizzati e i vari banner pubblicitari che compaiono più volte al giorno sui nostri schermi, perseguitandoci, sono più un elemento di noia e disturbo che degli efficaci strumenti in grado di catturare veramente la nostra attenzione e coinvolgerci? A smentire definitivamente questa percezione arriva Tik Tok, il canale in cui la pubblicità ha finalmente la sua rivalsa, acquisendo tutta un’altra sembianza e diventando davvero coinvolgente e divertente!

Un nuovo social network

Sicuramente avrete già sentito parlare di questo curioso Social Network di Video Clip che nel 2019 ha spopolato in tutti gli app Store e che – a quanto pare – nel 2020 supererà il numero degli utenti di Instagram. Si calcola che in soli 3 anni abbia raggiunto 800 milioni di users in tutto il mondo, solo 200 milioni in meno rispetto ad Instagram, considerato il Social Network più popolato.

Se tuttavia siete ancora ignari di che cosa sia esattamente Tik Tok, sappiate che quest’app è nata nel 2016 in Cina come piattaforma Social simile a Instagram, ma esclusivamente dedicata a contenuti video. Fornita di una grande quantità di tool di video editing e una corposa libreria musicale, permette agli utenti di sbizzarrirsi e portare al massimo il proprio estro creativo. Nello specifico si tratta di brevi video clip della durata compresa tra i 15 e i 60 secondi che vengono creati dai Brand o dagli utenti stessi, spesso influenzati da trend a loro volta lanciati da altri utenti oppure da influencer della piattaforma. Questi video appaiono sul feed, che è in sostanza come la home di IG e su cui è possibile scorrere per visualizzare i contenuti degli altri utenti seguiti.

Chi sono gli users di Tik Tok?

In ottica di Social Advertising è bene avere chiaro in mente chi sono gli utenti del social e come lo utilizzano, per trovare il modo giusto di comunicare i valori del vostro Brand.

Ecco qualche dato statistico in proposito: il 60% degli utenti di Tik Tok fa parte della Generazione Z; ci stiamo perciò rivolgendo prevalentemente ad una fascia di età compresa tra i 16 e i 24 anni, composta per il 63% da un’utenza di sesso femminile, che lascia in minoranza il sesso maschile con il 37%. In Italia si contano circa 3.9 milioni di utenti attivi ogni giorno, ma al primo posto in Europa si posiziona il Regno Unito con 7 milioni di utenti, seguito dalla Francia con 6.9 milioni. È bene considerare che questi users – o meglio producers, poiché si tratta di veri produttori di contenuti oltre che di fruitori – sono creativi, esperti in tecnologia e fanatici dell’auto proiezione.

Dunque, se il vostro è un Brand di tendenza, smart, cool e magari non ancora troppo conosciuto, Tik Tok è sicuramente la piattaforma giusta su cui puntare per fare advertising e per ottenere l’immediato successo. Cerchiamo di capire meglio come deve essere il nostro messaggio, quali formati abbiamo a disposizione, ma soprattutto quali sono gli obiettivi che possiamo raggiungere e come facciamo ad intercettare il target giusto, considerando l’ampiezza dell’audience a disposizione.

Il messaggio ideale

Inutile dire che l’inserzione pubblicitaria, per essere in grado di colpire l’attenzione di questi “strani esemplari di Generazione Z”, che abbiamo detto essere giovanissimi e per la maggior parte di sesso femminile, deve avere un forte impatto visivo, deve essere capace di appellarsi all’inconscio e alle emozioni ed essere esplicativo del prodotto, contenendo un messaggio chiaro, creativo ed interessante. Facile no?! Può essere un vantaggio quello di non buttarsi a bomba, ma andare ad analizzare e studiare i trend e i contenuti del momento della piattaforma, per allinearsi e non uscire fuori tema.

Il pubblico giusto

Per intercettare esattamente il pubblico di vostro interesse e mostrare l’annuncio giusto alle persone giuste, come per Facebook e Instagram, Tik Tok ha a disposizione parametri di targetizzazione basati su dati demografici, geografici e in base agli interessi, con la possibilità di utilizzare segmenti di pubblico personalizzati e di Lookalike.

Gli obiettivi ed i formati

Per quanto riguarda gli obiettivi, in questo momento parliamo soprattutto di Brand Awareness e Brand Engagement poiché la fascia d’età a cui ci rivolgiamo ha una capacità d’acquisto piuttosto limitata, ma può essere un incredibile mezzo per attirare tutta l’attenzione sul nostro Brand.

* Hashtag Challenge o Hashtag Challenge Plus

Per la Brand Engagement Tik Tok mette a disposizione il formato dell’Hashtag Challenge o Hashtag Challenge Plus. Per chi ancora non lo sapesse l’Hashtag Challenge, diffusissima su TikTok è il meccanismo attraverso cui in questo caso un Brand (ma può essere anche un utente o un influencer) lancia una sfida con relativo Hashtag invitando gli utenti a produrre contenuti in linea con quel trend, con lo scopo di creare interesse attorno al brand stesso o ad uno specifico prodotto/servizio. Questo formato, che offre parecchia visibilità poiché viene inserito nella sezione “esplora” per 6 giorni, ha un cost/6days e la sfida ha una durata di due mesi.

* Brand Takeover

Per fare Brand Awareness invece abbiamo a disposizione il cosiddetto Brand Takeover, ossia un formato img o video della durata di 5 secondi che compare a schermo intero quanto gli utenti aprono l’app di Tik Tok per la prima volta. L’annuncio può essere collegato a una landing page (interna o esterna) o a un Hashtag Challenge all’interno dell’app stessa, ha un modello d’acquisto cost/day e può raggiungere un CTR dell’11-13%. Attenzione però: solo un brand al giorno si aggiudica questo formato.

* Top View

Un secondo formato detto Top View è simile al primo, ma differisce da questo per una durata più lunga, di 60 secondi, in modo da raggiungere un pubblico più ampio ed è disponibile solo in formato video, escludendo dunque le immagini statiche. Come quello precedente, l’inserzione si attiva all’apertura dell’app, può essere collegata ad una landing esterna e ha un modello di acquisto cost/day, ma il CTR stimato in questo caso è leggermente più alto (13-15%).

* In-Feed Video

Differente rispetto ai primi due è il formato In-Feed Video, in quale viene visualizzato nel feed quando gli utenti scorrono i contenuti nell’app, mimetizzandosi tra questi e catturando così maggiormente l’attenzione. Ha una durata ideale compresa tra i 9 e i 15 secondi (fino ad un massimo di 60 secondi) e permette di inserire una CTA che reindirizza ad una landing. Si basa su CPM e ha un CTR nettamente inferiore rispetto ai formati precedenti (0.8%-2%).

* Brand Lenses

Last but not least, rullo di tamburi…. il Brand Lenses! Questo è ancora una novità per il mondo dell’Adv.

Il concetto è simile a quello dei filtri (per esempio quelli delle Stories di Instagram) ma va ben oltre: si tratta di un formato che permette al brand di promuovere i propri prodotti attraverso 2D, 3D e Realtà Aumentata (AR). Gli utenti potranno testare e provare i prodotti del brand virtualmente e inserirli nei propri contenuti.

Conclusioni

Ora che abbiamo a disposizione qualche informazione in più riguardo al Social Media dell’immediato futuro, potete valutare più coscientemente se Tik Tok può essere il canale adatto a diffondere i valori del vostro Brand. Ricordate di farlo nel modo giusto, di creare un messaggio efficace e diffonderlo attraverso i vari formati in base all’obiettivo e non dimenticatevi di lanciare almeno un’Hashtag Challenge ogni due mesi.

Buon divertimento!

AUTORE: Lara Galimberti – Paid Media Specialist

Tags