Blog

Come gestire la cannibalizzazione delle vendite da parte di Amazon


Per poter raggiungere un bacino più ampio di consumatori, far conoscere il tuo e-commerce a una nuova fetta del mercato e mostrarti competitivo, mettere in vendita i tuoi prodotti su Amazon sembrerebbe essere una delle scelte migliori che tu possa fare. Se non possiedi un e-commerce, ma vuoi vendere i tuoi prodotti online, Amazon è la piattaforma ideale per ottenere uno spazio tutto tuo in cui poter competere realmente con altri brand ad armi pari.  La distribuzione dei prodotti viene gestita da Amazon, rendendo particolarmente remunerativa l’attività di vendita.

I vantaggi sono immediati: le vendite iniziano a crescere velocemente e i guadagni ad aumentare, come nelle migliori delle ipotesi. La situazione rosea iniziale può diventare tuttavia in breve tempo un grosso problema da risolvere nel caso in cui tu abbia già un tuo negozio online indipendente.

Il primo aprile di Google


Il primo aprile Google è solito stupirci con scherzi e giochi sviluppati per intrattenerci. Anche quest’anno si è rivelato all’altezza della sua fama. Vediamo quali sono stati i principali “pesci” di BigG in questo 2019.

Più prenotazioni dirette, meno costi di acquisizione


Quanta complessità nel mondo delle prenotazioni turistiche! Online Travel Agencies, Grossisti, Tour Operator, Agenzie di Viaggio, TMC, GDS… l’intermediazione sembra inevitabile per riuscire ad ottenere prenotazioni presso la propria struttura. Ma a quale costo?

È arrivato il “March 2019 Core Update”, il nuovo aggiornamento ufficiale di Google


Il 12 marzo 2019 Google ha rilasciato un nuovo aggiornamento.

Il nuovo update interessa l’algoritmo di base e ha già portato gli addetti ai lavori a scambiare ipotesi e congetture per cercare di comprendere come cambieranno le SERP nelle prossime settimane. Le voci di corridoio hanno fin subito indicato come target i siti del settore medico e i portali di salute, già interessati dall’aggiornamento rilasciato nell’estate 2018, ma Google ha ben presto sottolineato che l’aggiornamento non riguarda questa volta un settore specifico.