Nuove applicazioni in casa Facebook e I’approdo dei podcast in piattaforma

13/12/2019

Podcast a disposizione di circa due miliardi di utenti? Non si tratta di fantascienza, ma del nuovo record che il colosso Facebook si è prefissato di battere.

In attesa della dichiarazione ufficiale da parte della piattaforma di Zuckerberg, alcune delle figure interne coinvolte nel progetto hanno confermato i lavori verso questa direzione al New York Times.

I rumors parlano anche di altre applicazioni in fase di lavorazione, tra le quali spiccano uno strumento per la pubblicazione di newsletters mirate a specifiche tipologie di utenti e un’applicazione dedicata alla sezione viaggi, che permetterà di pianificare itinerari ed attività, in combinazione con le posizioni più “instagrammabili” di un’area.

Il team NPE

Da luglio 2019 il New Product Experimentation Team (NPE) di Facebook sta lavorando a specifici progetti il cui obiettivo comune è quello di lanciare app sperimentali rivolte agli utenti della piattaforma.

Come?

In maniera rapida e silenziosa, ottenendo così feedback dai consumatori ed eliminando velocemente i servizi che non riscuotono successo, senza il bagaglio del nome del social network.

All’interno di Facebook infatti i dirigenti hanno descritto l’iniziativa come separata dalla sua principale famiglia di app.

I prodotti lanciati fino ad oggi sono stati etichettati come “offerti dal team NPE, da Facebook” sia su Google Play che su App Store. Tra le app finora rilasciate troviamo Bump per il matchmaking tra studenti e Aux in ambito social music.

A guidare il dipartimento Ime Archibong, dirigente di Facebook di lunga data e responsabile delle partnership di prodotto, uno dei bracci destri di Mr. Zuckerberg.

Le applicazioni realizzate dal team NPE si rivolgono sia ai profili personali che al mondo business. In riferimento alle aziende e in particolare alle esigenze che si trovano ad affrontare ogni giorno, stanno prendendo vita software finalizzati al miglioramento della gestione dei meeting, versioni e-mail di Facebook e presentazioni in stile Power Point ripensate in formato Instagram Stories.

La sfida dei Podcast in piattaforma

La grande potenza di questi strumenti su Facebook risiede ovviamente nella vastità della rete di connessioni sociali e nel mettere i nuovi servizi tech a disposizione di migliaia di utenti. Questi prodotti infatti nel tempo potrebbero trasformarsi in servizi autonomi o essere inglobati nelle applicazioni già esistenti di Facebook.

Nel caso specifico dei podcast, le proposte offerta dalla piattaforma saranno mirate alle diverse tipologie di utenti e sulla base dei loro feed, preferenze e ricerche, in modo da offrire un’esperienza di ascolto personalizzata.

Per Facebook significa la possibilità di distribuire contenuti ad un volume di persone di circa due miliardi di utenti, una vera e propria rivoluzione per tutti, incluso il capofila indiscusso del settore Spotify!

Il mondo dei podcast attira sempre più l’attenzione dei Big del mondo Tech e la sua ascesa non sembra destinata a fermarsi nel breve periodo.

Recentemente Spotify ha annunciato lo sviluppo di progetti aziendali che mirano sempre più ad accrescere l’area degli audio digitalizzati. Recenti indiscrezioni affermano che la piattaforma stia testando in alcuni Paesi, Italia esclusa, una nuova funzione capace di proporre agli utenti contenuti scelti da un algoritmo, così come avviene per le canzoni.

Sulla base di questa diffusione esponenziale del mercato, sono sempre più le aziende che mirano ad espandere il proprio business offrendo servizi in questo ambito.

AUTORE: Valentina Ciola – Performance Specialist

Tags