Negli USA arriva lo streaming musicale gratuito di Amazon

24/04/2019

Amazon introduce una novità tra le sue piattaforme di streaming musicale attivando un servizio gratuito a fronte di intermezzi pubblicitari per gli utenti in Nord America.

Saranno gli advertiser a rendere possibile lo sviluppo del nuovo servizio di streaming di Amazon, il cui lancio è previsto esclusivamente negli USA. Grazie al supporto di partner pubblicitari sarà possibile offrire agli utenti l’ascolto gratuito di playlist e stazioni di Amazon Music su dispositivi compatibili con Alexa.

Una nuova offerta musicale accessibile a tutti grazie ad Amazon

La novità del servizio consiste nel poter attingere dal ricco catalogo musicale di Amazon senza dover sottoscrivere alcun abbonamento. Ad oggi è possibile infatti iscriversi, al costo di 9.99€ mensili, ad Amazon Music Unlimited per avere accesso a 50 milioni di canzoni oppure sfruttare l’abbonamento ad Amazon Prime per usufruire di una raccolta di 2 milioni di brani musicali. Con il nuovo servizio di streaming in arrivo basterà disporre di Amazon Echo o di un dispositivo di comando vocale compatibile con Alexa per avere libero accesso a una selezione di playlist e di stazioni.

Vantaggi e limiti del nuovo servizio di streaming

Uno dei principali aspetti positivi del nuovo servizio di Amazon sarà dunque la possibilità di ascoltare gratuitamente brani e playlist musicali senza dover sottoscrivere nessun tipo di abbonamento. Da sottolineare inoltre la facilitazione data dall’opportunità di utilizzo tramite smart speaker compatibili con Alexa e non esclusivamente con Amazon Echo.

Per poter usufruire dello streaming in forma free tuttavia non sarà possibile scegliere un brano, un artista, un genere o un decennio nello specifico, ma verranno proposte delle playlist o delle stazioni che contengono la canzone, la band, il genere o l’era musicale associati alla ricerca effettuata. Un altro limite è dato dal fatto che non è ancora possibile sapere se verrà esteso questo servizio in altri Paesi e con che modalità, essendo ancora in fase sperimentale. Non possiamo quindi che aspettare per conoscere l’evoluzione del tentativo di Amazon di entrare all’interno del mercato dello streaming di musica a costo zero.

Lo streaming nel panorama musicale è sempre più freemium

Anche Google recentemente ha mosso un importante passo nella sessa direzione di Amazon. Risale a pochi giorni fa la notizia che i dispositivi Google Home potranno attivare gratuitamente Youtube Music. Anche in questo caso sarà possibile avere accesso a stazioni che soddisfano la richiesta vocale effettuata, a meno che non si passi al servizio Youtube Music Premium disponibile al costo di 9.99€ al mese, con cui si ha invece totale libertà e controllo delle proprie scelte musicali senza interruzioni pubblicitarie.

Sembra ormai essere una certezza che il mercato della musica online si stia preparando a riservarci sempre più servizi freemium e sia pronto a dare filo da torcere alle più importanti piattaforme del settore come Spotify.

Tags