Machine Learning per Marketers

25/02/2020

Il Machine Learning è una branca dell’Intelligenza Artificiale che sfrutta la statistica per migliorare progressivamente le performances degli algoritmi. Lo fa attraverso l’abilità di apprendere da grandi set di dati. Analizzandoli a una velocità nettamente superiore alla capacità umana, ci fornisce in tempo reale i dati da poter applicare ai diversi livelli della nostra strategia marketing e non solo.

I set di dati che vengono forniti da questo strumento sono i prodotti di un’analisi quantitativa. Essi necessitano una successiva analisi attraverso la conoscenza e capacità dell’uomo nel determinato settore di applicazione, portando componenti qualitativi all’analisi e all’applicazione. Per questo motivo è importante che la macchina non vada completamente a sostituire l’individuo ma che vi sia un lavoro in sinergia.

L’individuazione di un obiettivo, definito e misurabile, è ciò di cui si necessita per poter indicare quali dati far utilizzare al modello di Machine Learning. Questi dati dovranno essere di un’elevata quantità per permettere alla macchina di effettuare le corrette analisi statistiche e ottimizzare gli algoritmi.

Il ruolo nell’esperienza d’acquisto

I vantaggi che ci fornisce il Machine Learning non sono limitati a un’analisi dei dati fine a sé stessa ma, attraverso di essi, possiamo predire e anticipare i bisogni dei nostri utenti.
La conoscenza di interessi e necessità dei nostri utenti è ciò che, attualmente, ci è più utile. Queste conoscenze possono non solo essere applicate alle strategie marketing, ma anche a livello di progettazione del servizio e prodotto che si andrà ad offrire, fino a valutare un prezzo ottimale da proporre al consumatore.

Il mondo web sta abituando sempre più gli utenti a servizi e prodotti personalizzati e rilevanti per loro, creando così una necessità abitudinaria a visualizzare e essere raggiunti rapidamente da prodotti sempre più in linea con la loro persona.

Il Machine Learning sta diventando uno strumento essenziale per avvicinarsi al soddisfacimento di questa esperienza d’acquisto personalizzata per ogni individuo. Questo avviene attraverso la segmentazione di gruppi d’utenza basate su comportamenti e interessi, in modo da poter creare campagne personalizzate per queste segmentazioni.

In altre parole, si ha uno strumento che permette a un brand di conoscere in un modo più dettagliato i comportamenti e touch-point dei loro utenti. Inoltre permette di apprendere i metodi migliori per soddisfare le loro aspettative e tutti i benefici che ne comporta.

I punti di applicazione vanno dall’individuazione di creatività più performanti per ogni utente, ottimizzazioni per la crescente quantità di ricerche specifiche, fino alla misurazione sempre più precisa dell’analisi dei comportamenti degli utenti attraverso i molteplici canali.

Campagne Shopping Intelligenti Google

Le campagne Shopping Intelligenti di Google sono un esempio dell’applicazione del Machine Learning attraverso i servizi di Google Ads. Definite anche smart shopping, sono la combinazione delle campagne shopping standard e del remarketing attraverso rete display. Esse sfruttano il machine learning per combinare i feed prodotto, gli asset e i posizionamenti ottimali per massimizzare il valore della conversione attraverso un cpc ottimizzato rispetto alle shopping tradizionali.


La Smart Shopping è uno dei vari strumenti che sfruttano l’intelligenza artificiale e che Google offre per l’ottimizzazione delle proprie campagne pubblicitarie all’interno delle sue reti, abituando gli advertiser a strumenti sempre più automatizzati e ottimizzati.

AUTORE: Andrea Orfano – Paid Media Specialist

Tags