Le ottimizzazioni che aumentano il tasso di conversione

30/06/2020

Se ti occupi di marketing e gestisci campagne di pubblicità online, tra le cose che inizierai a fare lunedì, dopo l’andare in palestra e mettere a posto la scrivania, aggiungi “refresh creatività campagne online”.

Se anche tu segui da diversi anni un cliente, e hai bisogno di dare una svolta alle performance, potrai trarre qualche spunto utile da questo articolo. Troverai preziosi consigli per migliorare il tuo tasso di conversione e far girare quella campagna che è ferma da troppo tempo su Facebook.

Responsive is the way!

Si sa: 1 consumatore digitale su 2 fa acquisti online tramite smartphone.  Secondo i risultati del report annuale sull’ecommerce di Idealo, infatti, circa il 60% degli acquisti viene fatto da mobile.

Per rendere la navigazione più fluida è sicuramente necessario fare un intervento lato sviluppo del tuo e-commerce. Il tempo e le risorse investite per rendere la tua piattaforma mobile friendly ti porteranno grandi risultati.

Studiare un template che sia completamente mobile friendly migliorerà di gran lunga le performance. Il CR% può quasi raddoppiare!

Anche l’occhio vuole la sua parte

Un sito resposive e mobile friendly senza una grafica accattivante va poco lontano. La cura per i dettagli e per le scelte cromatiche è indispensabile per far sentire l’utente a suo agio e rendere l’esperienza di acquisto ancora più semplice e immediata.

La comunicazione e l’aspetto grafico del tuo brand devono quindi essere coerenti, sia che tu stia lavorando su nuovi utenti, sia che stia curando e coltivando quelli che hanno già acquistato.  Lavora in sinergia con il cliente e i team dedicati per trovare l’abito giusto da far indossare al brand; dev’essere coerente e allineato sia graficamente che nel messaggio/contenuto su tutto il materiale che gli utenti possono trovare navigando online.

L’aspetto visivo aiuta sicuramente l’utente che può potenzialmente convertire, perché la coerenza e l’allineamento di contenuti e immagini conferiscono fiducia verso il brand. L’utente che visualizza un annuncio su Facebook dovrà ritrovare i colori, gli elementi grafici e i toni anche sulla landing page dedicata, così le probabilità che converta aumenteranno esponenzialmente!

L’applicazione su un nostro cliente

Recentemente abbiamo applicato queste strategie su un cliente della nostra agenzia che opera del settore food&beverage.

Prima di procedere con le ottimizzazioni grafiche e di sviluppo abbiamo fatto un’attenta analisi dello storico, concentrandoci principalmente sulle metriche: conversioni, CR%, CTR% ed eCPA €. Inoltre siamo andati a vedere le strategie messe in atto dai principali competitor del settore.

Con i dati alla mano abbiamo deciso di stravolgere le creatività che stavamo veicolando sui principali canali: Social Ads, Display e DEM. Se in passato ci eravamo concentrati sul contenuto delle confezioni in vendita sul sito, ora abbiamo spostato tutta l’attenzione solo sul consumo del prodotto.

I nostri grafici hanno quindi realizzato una serie di immagini che riproducevano situazioni reali e familiari come consumare un pasto insieme al proprio compagno/a, oppure con la propria famiglia. L’elemento “umano” si è rivelato fondamentale per rendere le immagini meno fredde e impersonali e per accompagnare l’utente nel processo di conversione.

Il cliente ha avuto un ruolo attivo nell’ideazione del nuovo abito. Con lui abbiamo infatti individuato nuovi colori da aggiungere alla palette istituzionale per rendere ancora più fresche e nuove le creatività.

Ricordiamo però che l’utente non si conquista solo con le immagini ma anche con le parole! La strategia copy ha infatti subìto dei cambiamenti: se l’obiettivo della campagna era l’acquisto abbiamo cercato di essere più colloquiali e diretti, senza dedicare troppo spazio e attenzione al prezzo e al contenuto specifico della confezione.

Perché quindi dedicare tempo ed energie per le ottimizzazioni?

Semplice, oltre ad attirare di più l’attenzione dell’utente, una comunicazione e un’immagine di brand curata e ottimizzata abbassano notevolmente i costi di acquisizione. Le performance costano molto di più se, per esempio, il sito non è responsive. Se il viaggio dell’utente verso la conversione è difficoltoso, i tassi di conversione saranno più bassi e i costi molto alti.

Riunisci subito il tuo team Art&Sviluppo per dare la svolta ai tuoi tassi di conversione!

AUTORE: Irene Savoia – Performance Specialist