80% degli inserzionisti di Amazon prevedere di incrementare il budget nel 2019

09/11/2018

INVESTIMENTI PUBBLICITARI AMAZON AL TERZO POSTO

I recenti risultati dei ricavi pubblicitari trimestrali Amazon, mostrano un business in continua crescita, questo è quello che rivela la Amazon Advertising Forecast 2019, pubblicata giovedì all’SMX East di New York.

Secondo una ricerca effettuata negli Stati Uniti in cui sono stati intervistati 681 operatori di mercato, quasi la metà degli intervistati sta attualmente investendo in search, display, video e programmatic su Amazon.

Di questi, il 37% ha affermato che attualmente spende fino al 10% dei budget annuali per l’adv su Amazon. Un altro 24 percento ha manifestato che Amazon rappresenta dal 10% al 25% della spesa pubblicitaria annuale. Una piccola percentuale circa il 10% spende dal 50 al 100 percento del budget su Amazon, facendolo diventare il loro unica vetrina.

Tra l’80% che ha dichiarato di voler aumentare i budget pubblicitari Amazon nel 2019, il 20% ha in programma di aumentare i propri budget Amazon del 50% o più. Tuttavia, poco più del 30 percento ha detto che gli aumenti di budget allocati verranno trasferiti dalla search tradizionale, e il 23,5 percento ha dichiarato che il budget dei canali non digitali come stampa o Tv verrà ridimensionato in favore di Amazon. Quasi il 21% ha dichiarato che trasferirà il budget dal paid social e il 18 percento ha dichiarato che deriverò la spesa pubblicitaria da altri marketplace online.

LA PUBBLICITÀ SU AMAZON UNA GRANDE OPPORTUNITÀ PER AGENZIE E CONSULENTI

Quasi il 28 percento degli intervistati ha affermato di esternalizzare la propria pubblicità Amazon ad un’agenzia o un consulente. Invece, poco più del 24 percento ha un marketer o un team interno creato per gestire le campagne pubblicitarie di Amazon. Anche i team paid search sono pronti a espandere le proprie competenze. Quasi il 22% degli inserzionisti ha dichiarato che le proprie campagne Amazon sono gestite dal proprio team paid o marketer.Alla domanda se stanno utilizzando strumenti o piattaforme per automatizzare la gestione delle campagne Amazon, il 22,5 percento dichiara di utilizzare attualmente strumenti. Un altro 44,4% ha in programma di ricorrere a questi strumenti entro i prossimi 12 mesi. Poco più del 30 percento degli inserzionisti afferma di utilizzare l’offerta programmatic di Amazon, ora denominata Amazon DSP. A settembre, Amazon ha rinominato i suoi marchi pubblicitari sotto la sola entità di Amazon Advertising.Amazon si trova solo al terzo posto dietro a Google e Facebook in termini di quota di mercato della pubblicità digitale, tuttavia l’enorme quantitativo di dati in suo possesso e la vicinanza alla parte conclusiva del customer journey possono essere la chiave vincente per superare i due colossi del digital.

Tags