Google testa la “richiesta preventivo” integrata nel local pack mobile

19/12/2019

Un nuovo bottone è stato testato sopra il 3-pack, collegato alla posta di GMB

Google sta continuando ad implementare nuove funzioni legate alla ricerca locale.

Negli Stati Uniti e in Canada è infatti possibile per i possessori di attività commerciali aderire al programma “Google Guaranteed”. Le attività certificate avranno la possibilità di ricevere richieste di preventivi relativi ai servizi offerti direttamente dalla SERP.

GMB acquisisce ancora maggiore importanza nelle strategie locali

Questo passo di Google conferisce ancora maggiore centralità alla piattaforma My Business. La dinamica è estremamente, quasi troppo, semplice. Una volta premuto sul bottone per la richiesta di informazioni si viene portati a un brevissimo questionario (le domande per ora non possono essere selezionate dai gestori dell’attività) che deve essere obbligatoriamente compilato prima di inviare la richiesta di preventivo. La richiesta viene quindi trasmessa al negozio direttamente attraverso la posta di Google My Business. Questo comporta necessariamente il download dell’applicazione da parte del proprietario dell’attività, unico strumento attraverso il quale è possibile essere notificati in tempo reale per l’arrivo di messaggi in entrata, conferma del fatto che Google abbia particolare interesse ad incrementare il numero di utenti attivi sulla piattaforma.

Una volta ricevuta la richiesta è possibile rispondere con un messaggio privato, un sms o direttamente una chiamata per ottenere maggiori dettagli o fornire direttamente un preventivo.

Questa funzionalità aggiuntiva introduce una dinamica di engagement tra utente e gestore di attività, dinamica che precedentemente era limitata alle recensioni.

Conclusioni

Non sappiamo ancora quando questa funzionalità verrà rilasciata sul mercato europeo ma certamente questo passo fa parte dei piani di Google. Questo comporta una necessità di sempre maggiore attenzione da parte dei retailer alla corretta configurazione delle proprie location su GMB.

Continuate a seguire il nostro blog, nelle prossime settimane condivideremo con voi le best practice per ottimizzare la vostra presenza su Google My Business.

AUTORE: Carlo Carradori – Head of SEO

Tags