• WP
  • Blog
  • FACEBOOK – Nuovi requisiti per l’utilizzo delle “Custom Audience”

FACEBOOK – Nuovi requisiti per l’utilizzo delle “Custom Audience”


La grande quantità di informazioni, non sempre rilevante, presente sui social network rende necessario per le aziende comunicare nel modo più efficace possibile con la propria audience di riferimento. La possibilità di veicolare il messaggio giusto al momento giusto al proprio target è la discriminante fondamentale per il successo di una strategia comunicativa. Questo approccio ha un duplice vantaggio: da una parte le aziende investono consapevolmente il proprio budget e dall’altro i clienti visualizzano inserzioni pubblicitarie coerenti con i propri interessi.

In quest’ottica si iscrivono tutte le attività di retargeting, il cui obiettivo è proporre un annuncio pubblicitario a clienti che hanno in precedenza mostrato interesse per il brand visitando il sito o acquistando un determinato prodotto.

In riferimento a questa ultima tipologia di attività, Facebook ha modificato le proprie linee guida per favorire una maggior trasparenza nei confronti del consumatore finale. Notizia degli ultimi giorni è la necessità di possedere nuovi requisiti per l’utilizzo del “Custom Audience Targeting”.

La funzionalità “Custom Audience” permette alle aziende di caricare su Facebook una lista di email o di numeri di telefono raccolti attraverso il proprio CRM per rivolgere i propri messaggi unicamente a quell’audience con una comunicazione realizzata ad hoc.

A partire dal 2 Luglio Facebook renderà obbligatorio agli inserzionisti la rivelazione di informazioni aggiuntive sull’origine dei dati utilizzati per le campagne “Custom Audience”. 

Le principali novità possono essere racchiuse in 3 punti fondamentali:

 

  • Mostrare alle persone l’origine dei dati: al momento del caricamento di una nuova audience in Facebook sarà richiesto all’inserzionista indicare l’origine del dato, cioè se questi dati sono stati raccolti direttamente dai propri clienti, se provengono da terze parti o se sono una combinazione di entrambe le fonti.

 

  • Sezione “Perché visualizzo questa inserzione”: nella parte alta dell’inserzione, in corrispondenza dei 3 puntini, l’utente avrà la possibilità di richiedere informazioni aggiuntive in merito alla sponsorizzazione. Oltre alle indicazioni già presenti adesso, sulla motivazione per la quale l’utente è stato selezionato per vedere quel determinato annuncio, sarà disponibile la sorgente dell’informazione (inserzionista o partner) e la modalità con cui è stato selezionato per quel target (email o numero di telefono).

  • Requisiti per la condivisione delle audience: con le nuove norme sarà necessario per gli inserzionisti e le agenzie partner accettare le condizioni di uso delle Custom Audience attraverso il Business Manager su cui saranno programmate le sponsorizzazioni e condividere la responsabilità di gestione del pubblico in una partnership sempre più stretta. Per maggiori approfondimenti sui termini a cui aderire per utilizzare le “Custom Audience” rimandiamo a questo link “Condizioni per il pubblico personalizzato”

I nuovi termini di utilizzo delle “Custom Audience” si aggiungono a quelli già attualmente in vigore.

Di sicuro questo aggiornamento da parte di Facebook si inserisce nella sempre maggior attenzione rivolta al tema della privacy ed è un ulteriore passo in avanti per creare una relazione sempre più trasparente e diretta tra le aziende ed i propri clienti.

Per maggiori informazioni sulle Custom Audience o per definire una strategia di posizionamento su Facebook non esitare a contattarci.