Coronavirus: focus sulle ricerche online degli italiani

16/03/2020

A partire dal 21 febbraio, giorno in cui è stato reso noto il primo caso di COVID-19 contratto in Italia, il “Coronavirus” è entrato prepotentemente nelle nostre vite. Il virus e tutti gli argomenti ad esso correlati non sono diventati esclusivamente il centro delle nostre conversazioni quotidiane, ma anche delle nostre ricerche online.

Google Trends – Ricerche in Italia nel periodo 21/02 – 10/03

Mai come oggi la tempestività d’azione è un presupposto necessario per poter reagire in maniera diffusa e coesa: per questo motivo la popolazione italiana si sta affidando alla rete per poter essere informata e aggiornata in tempi rapidi.

Sono milioni le ricerche online relative al Coronavirus e nel periodo compreso tra il 21 febbraio e il 10 marzo hanno occupato numerose posizioni nella Top 20 di Google Trends. L’interesse per il Coronavirus ha vissuto un grande picco all’uscita delle prime notizie, ma è stato seguito da un breve calo per terminare negli ultimi giorni con un rinnovo dell’attenzione sul tema.

Come conseguenza della condizione attuale, il virus COVID-19 ha fatto destare particolare interesse anche su altri argomenti, come i servizi connessi al tema dell’alimentazione: supermercati, spesa online e ristoranti.

Nei giorni successivi alla notizia del primo contagio è cresciuto l’interesse in merito a questi argomenti per poi subire una contrazione. Ad oggi il focus sui servizi che forniscono la possibilità di acquistare beni di prima necessità e alimentari è tornata ad essere al centro delle ricerche degli italiani, soprattutto alle luce dei nuovi decreti ministeriali e delle comunicazioni diffuse dai comuni di tutto il Paese.

Particolarmente interessanti sono le keyword correlate a questi temi:

I dati di Google Trends mostrano una particolare curiosità per la condizione del rifornimento all’interno dei supermercati, legata alla notizie diffuse dai mezzi di comunicazione in merito alle difficoltà di approvvigionamento riscontrate in alcune città.

Un altro argomento che ha subito una forte impennata è quello relativo alla spesa online, connesso in questo caso all’invito a uscire dall’abitazione il meno possibile comunicato nel decreto del Ministero. Gli utenti si informano dunque per conoscere le attività commerciali che offrono la possibilità di ricevere la spesa a domicilio, senza dover uscire di casa.

In merito ai ristoranti, le query associate all’argomento fanno riferimento all’ordinanza che regola la chiusura dei locali pubblici in specifiche fasce orarie.

Oltre a un cambiamento nell’offerta e nella fruizione dei servizi, con l’emergenza in corso è cambiato anche il modo di vivere la quotidianità. Sono diventati significativi oggetti come mascherine, igienizzante per le mani e disinfettanti di vario genere, per cui le ricerche sono cresciute notevolmente secondo Google Trends.

Nel corso delle prossime settimane le query di ricerca relative al coronavirus potrebbero subire ulteriori cambiamenti, sulla base sia delle nuove disposizioni e possibili limitazioni imposte ai cittadini che dell’andamento generale della diffusione del COVID-19.

AUTORI: Carlo Carradori – Head of SEO e Arianna Cammarota – SEO Specialist

Tags