Come aumentare le vendite nel 2020 con l’email marketing

19/03/2020

Gli ultimi trend a livello globale confermano che l’email marketing è uno dei canali di comunicazione più efficaci per far arrivare il proprio messaggio pubblicitario al maggior numero di utenti e come tale dovrebbe sempre essere incorporato nella propria strategia di marketing.

Infatti, grazie alla possibilità di personalizzare i contenuti, il canale delle DEM è uno strumento molto potente di Direct Marketing che permette di instaurare un rapporto duraturo con gli utenti. Il tutto si traduce nel lungo periodo in una fonte di ROI sostanziale: in media, per ogni euro speso nell’email marketing si ottiene un ritorno sull’investimento di 42€.

Non solo: ad oggi il ROI medio stimato è del 122%, ben quattro volte superiore rispetto ai social media. Basti pensare che il tasso di engagement di Facebook, Instagram e Twitter non raggiunge lo 0,6%, mentre l’open rate medio delle email è del 22,86% e il CTR è del 3.71%. I numeri parlano chiaro: l’email marketing aiuta a raggiunge con successo il target audience prefissato, a tal punto che il 47% degli esperti di marketing considerano l’email marketing la tattica più efficace per fare lead nurturing.

Nel 2019 il 59% dei professionisti di marketing ha registrato la maggior parte del proprio ROI grazie all’email marketing. Come continuare questo trend positivo nel 2020? Di seguito i nostri 4 preziosi consigli:

1. Affidarsi all’automatizzazione

Ad oggi le mail segmentate e targetizzate generano il 58% delle entrate totali: la personalizzazione delle mail per raggiungere l’audience giusta si dimostra una tattica evergreen. Alla base del successo futuro dell’email marketing c’è un nuovo passo in avanti in questa direzione: l’automatizzazione iper-personalizzata. Incorporare l’intelligenza artificiale e il machine learning nelle mail permette di gestire ogni singolo utente attraverso i diversi canali in modo immediato e di inviare i contenuti giusti al momento giusto senza sforzi, il che si traduce in una customer experience coinvolgente e maggiormente integrata.

2. Creare email interattive

Grazie alla tecnologia AMP – Accelerated Mobile Page – le tue campagne di email marketing diventano interattive: caroselli di immagini, CTA animate, sondaggi e prodotti interattivi sono solo alcune delle tante nuove funzionalità che possono essere integrate nelle proprie newsletter. Così facendo, da una parte gli utenti possono interagire con i contenuti in modo più veloce ed efficace e dall’altra tu puoi ottenere più informazioni sugli utenti e personalizzare ancora meglio le tue prossime mail.

3. Interagire con i social media

Il numero di utenti iscritti sui social è in costante aumento, un dato che può essere sfruttato per migliorare la tua strategia di email marketing. Infatti, sempre più persone si servono dei social network per scoprire nuovi prodotti e leggerne le recensioni lasciate da altri utenti. Ecco che una tattica vincente per promuovere i tuoi prodotti nel modo giusto e ottenere la fiducia degli utenti sta nell’integrare i social nella tua campagna di email marketing. Come? Ad esempio, inserendo nella propria DEM le immagini social di micro-influencer che usano/indossano/apprezzano il tuo prodotto, aggiungendo un # che ricordi agli utenti come trovare il brand sui social media.

4. Puntare sugli utenti mobile

Se si vogliono aumentare le vendite del proprio prodotto via mail bisogna sempre avere in mente gli utenti mobile: infatti, oltre il 43% delle email inviate nel 2019 sono state aperte dagli utenti via tablet o smartphone. Viene da sé l’importanza di ottimizzare le mail per i dispositivi mobile, in modo da comunicare il proprio messaggio anche a questa fetta importante del bacino di utenti target: una mail pulita e ben leggibile sugli smartphone equivale a CTR più alti e più vendite assicurate!

Se sfruttato al meglio, l’email marketing ad oggi è un canale che regala grandi soddisfazioni. Passano gli anni e i trend si modificano, ma la regola numero uno per ottenere risultati è sempre la stessa: concentrare i propri sforzi sull’utente, cercando di capirne i bisogni e creando campagne di email marketing ad hoc.

Sei curioso di sapere come sfruttare le neuroscienze per affinare la tua strategia di email marketing? Leggi il nostro articolo.

AUTORE: Monica Ferrari – Performance Specialist